Visualizzazioni totali

domenica 15 dicembre 2013

Al dino's family mobile restaurant lo Chef Armin

ECCO IL COMUNICATO
 Lo chef Armin insieme ai colleghi della 2°A e della 2°B presenta il pranzo conviviale del 14 dicembre 2013 — presso Como Centro Studi CASNATI "ALBERGIERO" Istitutto Gianni Brera.

L'Antipasto
PARMIGIANA DI MELANZANE


ILPRIMO:
Ravioli di baccala mantecato con crema di patate al timo

IL SECONDO:
Arrosto di vitello ripieno di castagne
ILDOLCE:

Tortino tiepido di castagne con salsa al cioccolato



venerdì 29 novembre 2013

Disoccupazione 2013 in Basilicata: Nun nge só nuvetà mico mije" (Non ci sono novità amico mio)

«Movimento Giovani Inoccupati Visibili -MoGIV- (foto):
Tasso di disoccupazione 2005 in Provincia di Potenza 12,3»

«La Basilicata è la regione italiana con il più alto tasso di disoccupazione under 24»


LEGGI >> «Un nonno della IUniScuola coordina il Mo.G.I.V.»


La Basilicata è la regione italiana con il più alto tasso di disoccupazione under 24.
 Lo si evince dal rapporto di Confartigianato redatto dopo un’attenta analisi dei dati rilevati dall’Istat e riferiti all’anno 2010. 
La Lucania con un tasso pari al 42%, nella fascia di età compresa tra i 15 ed i 24 anni, guarda dall’alto tutte le regioni d’Italia in una graduatoria che nelle prime sei posizione propone l’intero sud dello stivale; al secondo posto con un tasso del 41,9% vi è di fatto la Campania, seguita da Sicilia con il 41,3, Calabria con il 39, Sardegna con il 38,8 e Puglia con il 34,6%. Una situazione di sicuro sconcertante e che non permette di guardare al futuro con ottimismo, ma anzi convince ulteriormente i giovani lucani a lasciare la regione soprattutto se si considera che il nord Italia vive una condizione più florida: basti pensare che il Trentino Alto Adige è in coda alla classifica con una percentuale del 10,1, preceduto dalle Marche con il 15,7%, dalla Valle d’Aosta con il 16,7, dal Friuli Venezia Giulia con il 18 e dal Veneto con il 19,1%. Dati questi più confortanti ma che nel complesso non permettono all’Italia di mantenere il record negativo in Europa per la disoccupazione giovanile: sono 1.183.000 gli italiani under 35 senza lavoro mentre il tasso di disoccupazione under 24 è del 29,6% rispetto al 21% della media europea. Tra il 2008 e il 2011 gli occupati under 35 sono diminuiti di 926.000 unità; a livello nazionale la disoccupazione delle persone fino a 35 anni si attesta al 15,5%, mentre per l’intero Mezzogiorno la situazione è molto più preoccupante con un tasso che sale al 25,1%, per un totale di 583.000 giovani senza lavoro, mentre per gli under 24 la percentuale è del 38,8 contro una media nazionale del 27,8. E nella classifica della disoccupazione under 35, la Basilicata continua a distinguersi, chiaramente in negativo, e si piazza al terzo posto con una percentuale del 26,7, preceduta soltanto dalla Campania con il 27,6 e dalla Sicilia con il 28,1%. Un contesto evidentemente critico che non però riguarda solamente i giovani: giungono segnali negativi infatti anche dal mondo degli inattivi tra i 25 e i 54 anni la cui quota arriva al 23,2%, a fronte del 15,2% della media europea.
 FONTE   Trm Radiotelevisione del Mezzogiorno.

venerdì 22 novembre 2013

Le liste dei candidati della Rosa nel pugno alle elezione del 9 e 10 aprile 2006 per Camera (Lombardia 2) e Senato (Lombardia)


BY ARCHIVIO
Candidati per l'elezione della Camera dei Deputati
Circoscrizione elettorale LOMBARDIA 2

1.    Boselli Enrico - Bologna, 7 gennaio 1957
2.    Bonino Emma - Bra (CN), 9 marzo 1948
3.    Villetti Roberto - Roma, 24 agosto 1944
4.    Cappato Marco - Milano, 25 maggio 1971
5.    D’Elia Sergio - Pontecorvo (FR), 5 gennaio 1952
6.    Turci Lanfranco - Campogalliano (MO), 2 dicembre 1940
7.    Buglio Salvatore - Catania, 20 dicembre 1951
8.    Simi Giulia - Loja (Ecuador), 7 giugno 1954
9.    Fermi Ettore - Brescia, 3 luglio 1941
10.  Federico Valerio - Varese, 10 febbraio 1967
11.  Crivelli Paolo - Bergamo, 27 dicembre 1944
12.  Barbaro Gabriella - Cuneo, 30 settembre 1961
13.  Ventrice Giacomo - Briatico (VV), 1 ottobre 1959
14.  Carlone Filomena - Canosa di Puglia (BA), 21 agosto 1954
15.  Greco Angelo - Taranto, 1 febbraio 1950
16.  Carzaniga Paolo - Bergamo, 4 marzo 1963
17.  Farovini Paola - Chiavenna (SO), 15 ottobre 1965
18.  Chiarlone Davide - Cairo Montenotte (SV), 17 luglio 1970
19.  Campana Miriam - Bergamo, 28 agosto 1968
20.  Corti Stefano - Lecco, 5 maggio 1975
21.  Riva Edoardo - Vercurago (LC), 13 settembre 1946
22.  Crocchi Carlo - Chiusi (SI), 27 marzo 1951
23.  Bressanelli Gianpiero - Sellero (BS), 14 novembre 1954
24.  Giarrizzo Corradina - Noto (SR), 1 aprile 1956
25.  Arnaboldi Angelo - Saronno (VA), 28 settembre 1942
26.  Lopane Oscar - Brescia, 5 ottobre 1957
27.  Ranica Silvano - Antenate (BG), 16 dicembre 1949
28.  Myallonnier Giorgio - Bergamo, 19 maggio 1975
29.  Bettoni Cristina - Tavernola (BG), 19 dicembre 1941
30.  Panzeri Vanda - Lecco, 27 gennaio 1945
31.  Gatta Rudi - Brescia, 18 settembre 1968
32.  Paoli Stefano - Bergamo, 1 aprile 1967
33.  Trentini Luca - Gardone (VT), 18 maggio 1975
34.  Pede Veronica - Brescia, 30 giugno 1967
35.  Ottini Epifanio - Castelvisconti (CR), 2 novembre 1953
36.  Rapella Anna - Morbegno (SO), 22 luglio 1966
37.  Moiana Veronica - Tradate (VA), 23 agosto 1973
38.  Sansi Giovanni - Aarau (Svizzera), 22 maggio 1967
39.  Ravasi Giovanni - Treviglio (BG), 18 novembre 1961
40.  Saggese Domenico - Milano, 28 settembre 1964
41.  Cantoni Luciano - Colli (BS), 22 novembre 1950
42.  Rondolino Fabrizio - Torino, 26 marzo 1960
43.  De Giovanni Biagio - Napoli, 21 dicembre 1931


Candidati per l'elezione del Senato della Repubblica
regione LOMBARDIA
1.    Intini Ugo - Milano, 30 giugno 1941
2.    Pannella Giacinto detto Marco - Teramo, 2 maggio 1930
3.    Bernardini Rita - Roma, 27 dicembre 1952
4.    Biscardini Roberto - Legnano (MI), 11 giugno 1947
5.    Dell’Alba Gianfranco - Livorno, 24 maggio 1955
6.    Strik Lievers Lorenzo - Sciaffusa (CH), 30 gennaio 1944
7.    Collio Enzo Angelo - Milano, 1 agosto1944
8.    Bertè Lucio Antonio - Stradella (PV), 17 febbraio 1940
9.    Dorella Oriella - Milano, 25 gennaio 1952
10.  Silvestri Cecinelli Emiliano - Milano, 29 dicembre 1949
11.  Portolan Roberto - Pavia, 16 febbraio 1951
12.  Marazzi Fabio - Milano, 9 aprile 1963
13.  Ferrè Daniela Angela - Milano, 20 ottobre 1952
14.  De Rosa Ermanno - Volongo (CR), 29 maggio 1935
15.  Corbetta Maurizio Sandro - Besana Brianza (MI), 30 settembre 1962
16.  Capelli Caterina - Milano, 21 dicembre 1958
17.  Chiaventi Ilario - Porto Mantovano (MN), 17 febbraio 1950
18.  Compagnini Giuseppe Ernesto - Busto Arsizio (VA), 26 marzo 1959
19.  Ricucci Giuseppe - Manfredonia (FG), 17 settembre 1941
20.  De Santis Serena Maria - Bergamo, 8 giugno 1951
21.  Lazzarini Clara - Bergamo, 9 maggio 1944
22.  Di Scalzo Claudio - Vecchiano (PI), 8 dicembre 1952
23.  Floris Martegani Maria Laura - Arona (NO), 13 marzo 1942
24.  Garlato Tiziana - Pordenone, 15 maggio 1954
25.  Nalbone Roberto - Codogno (LO), 19 febbraio 1947
26.  Girombelli Claudia - Milano, 11 gennaio 1954
27.  Vasile Flaminio - Monasterace (RC), 27 maggio 1938
28.  Introzzi Giovanni - Como, 12 novembre 1959
29.  Simonini Ermanno - Sondrio, 18 maggio 1958
30.  Marongiu Maria Fatima - Cagliari, 21 ottobre 1956
31.  Pizzi Carlo - Vigevano (PV), 27 febbraio 1947
32.  Paoli Dino - Bergamo, 13 giugno 1964
33.  Valia Davide - Rho (MI), 3 febbraio 1966
34.  Ponchiroli Luca - Mantova, 22 maggio 1956
35.  Devastato Giovanni - Marigliano (NA), 8 maggio 1947
36.  Roccato Mario - Como, 19 febbraio 1953
37.  Pasqualini Angelo - Moglia (MN), 2 settembre 1950
38.  Rossetti Lorenzo - Albano Sant’Alessandro (BG), 7 aprile 1965
39.  Donofrio Leonardo Carmine - San Fele (PZ), 11 novembre 1942
40.  Zecca Maria Luisa - Morbegno (SO), 10 aprile 1956
41.  Ciraulo Anna - Paola (CS), 7 agosto 1947
42.  Bonsignore Giovanni - Castelvetrano (TP), 26 aprile 1950
43.  Foti Carmelo - Bova Marina (RC), 6 ottobre 1949
44.  Maestroni Paola - Milano, 14 luglio 1958
45.  Morelli Roberta - Brescia, 21 febbraio 1954
46.  Bonometti Andrea - Milano, 7 dicembre 1960
47.  Levati Franco - Vimercate, 4 giugno 1935


Basilicata: vince centrosinistra, Marcello Pittella presidente Regione

21/11/2013

(ASCA) - Il centrosinistra vince le elezioni in Basilicata e porta alla presidenza della regione Marcello Pittella. Il neogovernatore ha raccolto 148.696 preferenze, pari al 59,6% dei votati anche se forte è stato l'astensionismo, con alle urne solo il 47,6% degli aventi diritto. La coalizione che ha appoggiato Marcello Pittella, fratello di Gianni, vicepresidente vicario del Parlamento europeo, uno dei quattro partecipanti alla corsa per la segreteria del Pd, ha riportato le seguenti percentuali di voto: Pd 24,83%, Pittella presidente 16,01%, Psi 7,47%, Realtà Italia 5,92%, Centro democratico 5,04%, Idv 3,45% per un totale del 62,74%, pari a 148.381 voti.
L'avversario di Pittella, il candidato del centrodestra Salvatore Tito Di Maggio ha raggiunto il 19,38%, pari a 48.370 preferenze. Le liste collegate hanno registrato: Pdl 12,27%, Scelta Civica-Grande Sud-Fratelli d'Italia 5,8%, Udc 3,8%, Mir 0,35%. Il candidato di M5S Piernicola Pedicini ha raccolto il 13,19% (21.219 voti) seguito da Maria Durante (Sel) con il 5,16% delle preferenze (12.888 voti). In sintesi il nuovo consiglio regionale della Basilicata sarà così composto, oltre Pittella: 2 eletti nel listino, 4 Pd, 3 lista Pittella presidente, 1 Psi, 1 Realtà Italia, 1 Centro Democratico; 4 nel centrodestra, di cui 2 al pdl e uno ciascuno a Scelta Civica-Grande Sud-Fratelli d'Italia e Udc. I grillini ottengono 2 consiglieri mentre 1 va a Sel.

mercoledì 23 ottobre 2013

20 consiglieri da eleggere alla Regione Basilicata

REGIONALI,TANTE LISTE E “GRANDI” ESCLUSI  by SassiLand di ANTONIO GRASSO
Conclusa la presentazione, comincia ufficialmente la campagna elettorale.Si vota il 17 e 18 novembre. 20 e non più 30 i consiglieri da eleggere
BASILICATA Regionali del 17 e 18 novembre. Depositate le liste, comincia ufficialmente la campagna elettorale. Ma non tutto è andato per il verso giusto in sede di presentazione. Anzi. Complice il ritardo fatto registrare da quasi tutti i partiti nella fase di formazione e preparazione delle liste stesse. E che ha trasformato le “naturali” operazioni di consegna in una sorta di “cosa all’ultimo minuto”. Così il caos e la tensione l’han fatta da padroni nel Palazzo di Giustizia di Potenza. Tanto che è stato necessario l’intervento della Polizia per calmare gli animi e riportare l’ordine tra i delegati alla consegna delle liste. Oltre a far scattare anche a una denuncia formale, da parte di un candidato de La Destra, per presunte irregolarità nella documentazione allegata ad una lista (quella per “Pittella Presidente” ndr) della coalizione di centrosinistra. Lista, a quanto pare, sprovvista dell’atto principale di “dichiarazione di presentazione della lista” stessa. Vale a dire di quel documento comprendente: il numero dei presentatori, la loro sottoscrizione, le autenticazioni delle sottoscrizioni e l’indicazione dei delegati autorizzati a designare i rappresentanti della lista provinciale e l’indicazione dei delegati alla presentazione della lista provinciale autorizzati a dichiarare il collegamento della lista provinciale con quella regionale. Insomma, un atto indispensabile per l’accettazione della lista. Che, infatti, è stata esclusa dalla competizione. Esclusione che ha spinto l’entourage di Pittella a presentare prontamente ricorso. Ricorso non andato a buon fine, però, dal momento che l’Ufficio centrale regionale della Corte d’Appello di Potenza lo ha ritenuto inammissibile, confermando – così – la decisione già presa, sabato scorso, dall’Ufficio centrale circoscrizionale. Ora la “palla” passa al Tar (Tribunale amministrativo regionale ndr), il quale, entro due giorni (o meglio, 48 ore) dalla presentazione del ricorso, dovrà – a sua volta -  dare una risposta. In un senso o nell’altro. Per cui, se tutto va bene, entro giovedì si conoscerà l’esito. Dentro o fuori, lo si vedrà. Intanto, oltre alla lista per “Pittella Presidente” (esclusa solo per la circoscrizione di Potenza), rimangono – per il momento – fuori dalla corsa anche altre tre liste. E precisamente: “Liberiamo la Basilicata” (ispirata dal tenente della polizia provinciale di Potenza, Giuseppe Di Bello), La Destra (anche questa per la sola circoscrizione di Potenza) e il Mir di Samorì. Le prime due, nella consegna della documentazione richiesta,  non avrebbero fatto riferimento alla Legge Severino ma alla normativa precedente. E anche per queste si conoscerà a giorni il “destino” elettorale. Alla luce di tutto ciò, il quadro dei contendenti è – allo stato - così composto. Il centrosinistra, sulla scorta del risultato dopo primarie, candida a governatore Marcello Pittella. L’ex assessore regionale alle Attività produttive è sostenuto da Pd, Idv, Socialisti e dal Centro Democratico. Oltre che dalla lista del presidente (almeno per la provincia di Matera). Fuori dalla coalizione di centrosinistra si collocano Sel e Rifondazione comunista che, tornano in un’unica lista e sotto l’insegna di “Basilicata 2.0 – La scelta giusta”, candidano a presidente la giovane segretaria lucana del partito di Vendola, Maria Murante. Ancora più a sinistra c’è il Partito comunista dei lavoratori, alla cui guida si pone Florenzo Doino. Correranno da soli anche i Radicali, che sotto simbolo della “Rosa nel pugno”, candidano l’ex deputata Elisabetta Zamparutti, già eletta alla Camera dei deputati nel 2008 all’interno delle liste del Pd lucano. C’è, poi, il MoVimento 5 Stelle che alla Presidenza della Regione propone Piernicola Pedicini. Mentre il centrodestra si riunisce attorno a Tito Dimaggio, senatore in carica di “Scelta civica”. Sarà lui a guidare la coalizione che comprendere, oltre al Pdl, l’Udc, il Mir (in attesa di giudizio) e il “Laboratorio Basilicata” (cartello che unisce la stessa “Scelta civica”, Grande Sud e Fratelli d’Italia, entrambi rientrati in extremis a far parte della coalizione) Ma non della “La Destra-Fiamma Tricolore”, in corsa solitaria con il candidato Leonardo Tauro). Infine, a completare la griglia, due liste civiche: “Regionali 2013” (candidato-presidente Franco Grillo) e “Matera si muove” (candidato-presidente Doriano Manuello). 20 e non più 30 i consiglieri da eleggere: 10 i seggi spettanti alla provincia di Potenza, 6 a quella di Matera e i restanti 4 ad appannaggio del listino unico regionale della coalizione vincitrice. Queste le liste regionali, in corsa per la provincia di Matera, per le elezioni in programma il 17 e 18 novembre:

“La Basilicata presente”: candidato-presidente Marcello PITTELLA
Listino: Achille Spada, Vito Giuzio, Luigi Simonetti, Maria Chiara Montemurro.
PSI - Innocenzo Loguercio, Nicola Andrisani, Nicola Bonanova, Salvatore Auletta, Michele Lamacchia, Francesco D’Onofrio.
Partito Democratico - Pasquale Bellitti, Annamaria Amenta, Felicetta Baldarri, Roberto Cifarelli, Tommaso Dubla, Franco Labriola.
Lista “Pittella Presidente” - Giuseppe Soranno, Carmine Lisanti, Franco Auletta, Carmine Vetere, Luigi Bradascio, Nicola Carlucci.
Realtà Italia - Paolo Giannasio, Antonio Ripoli, Andrea Di Giura, Giorgio Bruno, Salvatore Mattei, Francesco Paolo Moliterni.
Centro Democratico - Nicola Benedetto, Domenico Martino, Giuseppe Cianfraglia, Giuseppe Comanda, Gennaro Olivieri, Nicola Tauro.
Italia dei Valori - Michele Grieco, Raffaele D’Ascanio, Rocco Martoccia, Giovanni Morelli, Francesco  Naccarati.

“Basilicata 2.0 - La scelta giusta”: candidato-presidente Maria MURANTE
Listino: Emilia Simonetti, Giuseppe Morelli, Domenico Lence, Francesco Blumetti.
SEL - Gino Battafarano, Eligio Iannuzziello, Antonio Santochirico, Pasquale Truncellito, Maria Murante, Rocco Stasi.

 “Per la Basilicata”: candidato-presidente Tito DI MAGGIO
Listino: Titti Pizzolla, Marina Buoncristiano, Rocco Orofino, Giampaolo Mecca.
PDL - Paolo Castelluccio, Leonardo Giordano, Vito Gaudiano, Fabio Mazzilli, Domenico Lazazzera, Antonio Quarato.
Laboratorio Basilicata (Scelta Civica, Grande Sud, FdI) - Michele Casino, Stefano Conte, Salvatore Cosma, Domenico Fiore, Giovanni Pasciucco, Vincenzo Maida.
Udc - Francesco Mollica, Sante Pantano, Carlo Oriolo, Rudy Marranchelli, Francesco D’Onofrio, Gaetano Russo.
Mir (Moderati in Rivoluzione) - Francesco De Stefano, Angelo Molentino, Maria Lucia Fusco, Nicolino Lopatriello, Vincenzo Puppio, Vincenzo Ruggiero.

“La Destra - Fiamma Tricolore”: candidato-presidente Leonardo Rocco TAURO
Listino: Laveglia Antonino, Vincenzo Mancusi, Modrone Luigi.

Lista: Emanuele Radogna, Edgardo D'Orsi, Antonella Astrella, Dalila Chiurazzi.

“Radicali - La Rosa nel Pugno”: candidato-presidente Elisabetta ZAMPARUTTI
Listino: Maria Antonietta Cimminelli, Carlo Giordano, Gaetano Bonomi, Emma Bonino.
Lista: Maurizio Bolognetti, Elisabetta Zamparutti, Mauro Martiello, Giacinto Marco Pannella, Gaetano Bonomi, Emma Bonino.

“Movimento a 5 Stelle”: candidato-presidente Piernicola PEDICINI
Listino: Angela Calia, Saverio Castoro, Giuseppe Papapietro, Vincenzo Toce.
Lista: Mimmo Genchi, Giovanni Perrino, Giovanni Lasalandra, Antonio Buonpastore, Antonio Materdomini, Filippo Ambrosini.

“Matera si Muove”: candidato-presidente Manuello DORIANO
Listino: Angelo Angelastri, Nicola Guanti, Giuseppe Francione, Benedetto Tartamo.
Lista: Massimiliano Amenta, Antonio Cappiello, Angelo Cinnella, Doriano Manuella, Giovanni Tortorelli, Francesco Saverio Chita. (Nessuna lista provinciale collegata presentata a Potenza).

“Partito Comunista dei lavoratori”: candidato-presidente Florenzo DOINO
Listino: Florenzo Doino, Carlo Agata Giannoccari, Angela Labella, Fabio Vincenti. (Nessuna lista collegata)
“Regionali 2013”: candidato-presidente Franco GRILLO
Listino: Alessandro Marra, Emiliana Censullo, Angela Lionetti.
Lista:  Denis Stefano Martucci, Benito Mirto, Maria Felicia Basso, Gennaro Ruggieri, MicheleLacivita, Rosa Turi.  

Scuola: Regione, 35,2 mln per sicurezza

Riceveranno i finanziamenti 101 istituti scolastici lucani


Sono 101 gli istituti scolastici lucani che riceveranno finanziamenti per i lavori di messa in sicurezza delle strutture e per l'adeguamento alle norme antisismiche.
Via al comunicato Ansa

martedì 15 ottobre 2013

Ellenico: la festa dell'Aglianico del Vulture


La vendemmia è uno dei “momenti” più importanti del processo di vinificazione e consiste nella raccolta delle uve da vino. Quale sia il momento giusto per vendemmiare è difficile stabilirlo scientificamente. Di solito avviene quando le uve sono perfettamente mature e questo lo può stabilire solo un agronomo o un vignaiolo esperto, di quelli che passano le giornate in vigna con un occhio sul grappolo e uno rivolto al cielo per tenere d’occhio le condizioni ambientali

E si terrà nel periodo della vendemmia dell’Aglianico del Vulture (tradizionalmente dalla seconda metà di Ottobre alla prima metà di Novembre) la prima edizione di “Ellenico”, la festa dedicata al “rosso” più famoso della Basilicata.
Il viaggio di Ellenico avrà la durata di 2 giorni: sabato 2 Novembre e Domenica 3 Novembre.
L’evento si terrà a Palazzo Fortunato nell’ambito di due giornate dedicate alle grandi degustazioni di prodotti vinicoli e gastronomici, all’arte e alla musica.  Il convegno di presentazione, il winebar dell’Aglianico del Vulture, il mercatino dei prodotti tipici di qualità del Vulture, la grande cucina locale, i seminari di degustazione, le mostre d’arte, la poesia, la musica popolare, l’animazione in costume saranno gli ingredienti di due memorabili giornate- evento dove gli spettatori avranno la possibilità di vivere un’esperienza unica e coinvolgente con “l’Ellenico” come unico filo conduttore.
L’Aglianico del Vulture ben si sposa con i prodotti tipici di questa terra: ai legumi e ai funghi si accompagneranno  le celeberrime castagne del Vulture, i derivati delle carni suine e il noto pecorino di Filiano dop, formaggio a latte credo di origini antiche, prodotto dai pastori durante la transumanza.
Ma non è tutto:
Sabato 2 Novembre le scolaresche avranno la possibilità di conoscere da vicino il processo di vinificazione dell’Aglianico del Vulture attraverso un interessante laboratorio didattico tenuto da esperti del settore; Domenica 3 Novembre i partecipanti avranno la possibilità di imparare gli antichi impasti di piatti facenti parte della tradizione rionerese.
L’ingresso è gratuito.
Programma dettagliato:
Sabato 2 Novembre:
Ore 10:00 Laboratorio didattico con le scolaresche del comprensorio del Vulture. Ai ragazzi verrà spiegato il processo di vinificazione da esperti del settore.
Ore 18:00 Convegno sul tema: “Perché consoziarsi? L’Aglianico del Vulture e la necessità di fare <fronte comune>.
Ore 19:30 Apertura stand enogastronomici (Atrio Palazzo Fortunato – Preparazione di piatti della tradizione locale quali Lagan’ e fasul, cingu’l co i vin cutt)
Apertura delle degustazioni nel wine bar
Apertura della mostra di artisti locali e non, dell’esposizione delle foto finaliste del concorso fotografico “Focus DiVitae” e del Museo dell’Aglianico del Vulture.

Ore 20:30 esibizione di artisti circensi (chiostro Palazzo Fortunato)

Fonte www.arcadiarionero.it


Ore 23:30 chiusura manifestazione 23:30 Saluti e chiusura manifestazione.

lunedì 23 settembre 2013

La Provincia di Potenza chiude al traffico la Vitalba - Ofantina ovvero la sp 219

Riceviamo e volentieri pubblichiamo
Questo accade perchè nonostante le sollecitazioni di personale di sorveglianza e Carabinieri sull'urgenza di eseguire lavori risalenti ad oltre due anni or sono, la Provincia nulla ha fatto andando ad investire i propri fondi su strade che forse non avevano le urgenze della chiudenda Vitalba - Ofantina.
Sta di fatto che San Fele, Ruvo e Rapone rimangono isolate e vengono ancor più poste nell'isolamento più buio e ciò alla vigilia di un inverno che si prospetta per rigido e nevoso.
Non voglio chiedermi cosa abbiano fatto i consiglieri provinciali locali per evitare tutto ciò e dove fossero quando venivano stanziati fondi per la verniciatura degli spartitraffico sulle quattro corsie della val d'agri.
Credo che si sia qui dimostrata tutta l'incapacità della dirigenza della Provincia che, da molto tempo, viene definito ente inutile e mai, come in questo caso, addirittura dannoso! Credo anche che si debba dar corso alla realizzazione di un comitato spontaneo di cittadini dei comuni interessati che ponga in essere azioni dimostrative pesanti volte ad ottenere l' immediata rimozione degli incapaci che hanno generato questa situazione e che protestino efficacemente per la rimozione del problema.
Giustino Donofrio (foto)

domenica 18 agosto 2013

“U Uattënnierë Beach" di San Fele

IL 15 agosto 2013 meta preferita dai  turisti  per l'aria e l'acqua pulita
e da emigranti rientrati dall’estero  e dal nord  Italia per le vacanze.