Visualizzazioni totali

mercoledì 20 giugno 2018

Bullismo: 3 lucani su 10 lo subiscono, e il 70 per cento non ne parla


I dati di una ricerca della Società italiana di pediatria
Il 30% dei lucani tra i 14 e i 18 anni ha subito “in silenzio” atti di bullismo (nel 10,5% dei casi si tratta di cyber bullismo), altrettanti sono stati “bulli”, e il 70% delle vittime non ne ha parlato con nessuno: sono alcuni dei dati emersi da una ricerca svolta dalla Società italiana di pediatria (Sip) su un campione di tremila ragazzi, e presentata stamani, a Potenza, nel corso di un incontro, dal garante dell’infanzia, Vincenzo Giuliano, e dal presidente regionale della Sip, Domenico Armiento.
Oltre al bullismo, dallo studio emergono altri due fattori critici, che riguardano lo stato psicologico dei giovani e la loro alimentazione: la metà degli intervistati, infatti, ha dichiarato di essere stato “così male da non riuscire a trovare sollievo”, e uno su due ha espresso la necessità di un sostegno psicologico (il 90% non lo ha poi fatto, e il 2,3% ha utilizzato quello della scuola).
Coloro i quali si sono rivolti a uno psicologo (6%) lo hanno fatto per problemi familiari (4%) o per disagio comportamentale o sentimentale (4,2% circa).
Sul fronte alimentare, invece, un adolescente su quattro si vede in sovrappeso, ma solo l’11,7% lo è effettivamente. Il 53,2% fa colazione regolarmente, ma il 46% non pratica un’attività sportiva. Un ultimo aspetto riguarda l’uso dei cellulari: l’età media per il primo smartphone è tra i 10 e i 12 anni, ma l’1,4% lo ha avuto a 5 anni, e il 34% tra i 6 e i 10 anni. Un adolescente su due, infine, ammette di “navigare” spesso sui social, rasentando quindi la soglia dell’internet addiction.
“In base a questi risultati” ha spiegato Giuliano “è necessario creare una rete tra enti, istituzioni e associazioni per far fronte a questi problemi, e questo è uno degli obiettivi dell’incontro di oggi, per cercare di programmare le prossime azioni di tutela dei nostri giovani”. Armiento ha invece evidenziato “le difficoltà degli adolescenti, emotive e comportamentali, con aspetti che stanno cominciando a emergere anche tra i bambini”.

martedì 19 giugno 2018

Basilicata. Dalla Regione tre avvisi pubblici da 35milioni di euro per imprese, artigiani e commercio




In totale, le risorse messe in campo dalla Regione Basilicata ammontano a 35 milioni di euro. Gli avvisi pubblici presentati da Pittella e Cifarelli, rispettivamente presidente della Regione e assessore alle politiche per lo sviluppo riguardano tre bandi: Piani di sviluppo industriale attraverso Pacchetti integrati agevolativi (Mini Pia), Impresa artigiana innovativa e piccola distribuzione in marcia verso l’innovazione.

Il primo bando ha lo scopo di “definire le procedure attuative per la selezione di piani di sviluppo industriale attraverso lo strumento di incentivazione dei Pia (Pacchetti integrati di agevolazione)” per il “rafforzamento delle imprese esistenti e alla creazione di nuove iniziative imprenditoriali”, con 27 milioni di euro (dal Po Fesr 2014-2020), per attività da avviare nei settori dell’aerospazio, dell’automotive, della bioeconomia, dell’energia, dell’industria culturale e creativa. L’importo minimo dei progetti è di un milione di euro per le nuove iniziative, e di 500 mila euro per gli investimenti di ampliamento o di diversificazione. Il contributo massimo è di 1,5 milioni di euro.

Quattro milioni di euro sono destinati al bando sull’artigianato, per “sostenere la competitività delle imprese artigiane promuovendone gli investimenti in innovazione di prodotto, processo, organizzativa e commerciale e favorendone il ricambio generazionale”. Sono ammissibili progetti d’importo minimo di diecimila euro, con una copertura massima del 50% e un contributo fino a 20 mila euro.

Altri quattro milioni sono destinati al bando sul commercio, per “concedere aiuti nella forma di contributo finalizzati al rilancio delle attività commerciali, soprattutto nei centri storici, promuovendone gli investimenti in innovazione di prodotto, processo, organizzativa”. I settori di attività vanno dai supermercati al commercio al dettaglio (sostegno del 50% e contributi fino a 20 mila euro).

“Abbiamo deciso di dare ossigeno al commercio e all’artigianato lucano, fatto da veri e propri imprenditori che svolgono anche funzione di animazione della economia regionale. Dopo la legge sull’artigianato da noi varata, e dopo aver avviato un percorso con le associazioni di categoria, finalmente abbiamo stanziato risorse importanti per incentivare i nostri commercianti ed artigiani” ha detto il presidente Pittella presentando l’iniziativa regionale dedicata a imprese, artigianato e commercio: “È un segmento” ha aggiunto “a cui prestare attenzione e che merita sostegno tanto per i piccoli quanto per i grandi investimenti. Accanto a questi bandi, ci sono poi 27 milioni di euro per aiutare gli investimenti delle piccole e medie imprese. Diamo la possibilità di recuperare un sito dismesso o di rilevare aziende in crisi. Ci sembrano opportunità significative che il nostro tessuto imprenditoriale credo sia in grado di cogliere”.

“Si tratta” ha poi spiegato l’assessore regionale alle Politiche di sviluppo, Roberto Cifarelli “di avvisi pubblici che erano molto attesi, soprattutto per quel che riguarda l’artigianato ed il commercio. Parliamo di settori particolarmente importanti nell’economia lucana. Sono 10.500 circa, le imprese iscritte nell’albo degli artigiani: settemila nella provincia di Potenza, 3.500 in quella di Matera. Abbiamo messo a disposizione per gli avvisi su artigianato e commercio, 4 milioni di euro per ciascuno, a valere sulle risorse recuperate dalla ex card carburante per attività di sviluppo. Il terzo bando, quello relativo ai Mini Pia è stato pubblicato invece per dare un’occasione anche alle piccole e medie imprese che non avevano potuto aderire al precedente avviso sui Pia, del 2015, mettendo a disposizione 27 milioni di euro”.

giovedì 14 giugno 2018

Rapporto Bankitalia. Nel 2017 “modesta crescita” dell’economia in Basilicata


Cresce il turismo, diminuiscono le esportazioni
Nel 2017 l’attività economica in Basilicata “è cresciuta in maniera modesta”, sostenuta soprattutto dall’andamento dell’industria e dei servizi: cresce il turismo, non solo a Matera ma anche in molte aree della regione, le esportazioni sono però diminuite, in relazione al calo dell’automotive, bilanciato però dalle estrazioni petrolifere.
I dati sono contenuti nel rapporto “Economie regionali, l’economia della Basilicata” realizzato da Bankitalia e presentato stamani a Potenza, nel corso di una conferenza stampa.
Il valore aggiunto dell’industria è aumentato dell’1,6%, sostenuto dalla ripresa delle estrazioni (cresciute, per petrolio e gas, del 30%). Un aumento che tocca in particolare anche le piccole imprese lucane, con una ripresa degli investimenti. Lo scorso anno segna però una stagnazione del settore delle costruzioni e un arretramento della produzione agricola (-3,8%) in tutte le principali colture.
Crescono ancora i servizi (+1,3%), e in particolare il segno positivo contraddistingue il settore turistico lucano: non solo per le presenze a Matera (+9,4%) che accoglie un terzo dei turisti arrivati in Basilicata, ma in generale in tutta la regione (+6,5).
Nel 2017, inoltre, l’occupazione si è ridotta del 2,2%, a fronte di una crescita dell’1,2% nel Mezzogiorno, interrompendo così la ripresa del triennio precedente, che aveva permesso un riavvicinamento ai livelli occupazionali pre-crisi: il calo ha riguardato sia i dipendenti che gli autonomi (anche se nei primi tre mesi del 2018 l’andamento ha ripreso a crescere dell’1,6%).
Il tasso di occupazione è sceso al 49,5% (dal 50,3), mentre per i laureati è rimasto sostanzialmente stabile al 68,9%, “circa dieci punti percentuali in meno rispetto al dato nazionale”.
Sul divario con l’Italia “influisce la domanda di lavoro – è scritto nel rapporto – da parte delle imprese lucane, meno orientata verso i lavoratori con un’elevata dotazione di capitale umano”.
Nel 2017, infine, è proseguita l’espansione dei prestiti bancari (2,8%), e il reddito disponibile delle famiglie “ha risentito della debolezza del mercato del lavoro registrando una riduzione che ha interrotto la crescita del triennio precedente”

martedì 24 aprile 2018

Carabinieri. Cambio al vertice della Regione Forestale Basilicata

Il colonnello Angelo Vita è il nuovo comandante della Regione Carabinieri Forestale “Basilicata” e subentrerà al generale di brigata Antonio Danilo Mostacchi – trasferito al comando della Regione Carabinieri “Puglia” – in un cerimonia in programma a Potenza il 26 aprile, alla quale parteciperà il generale di divisione Davide De Laurentis, vicecomandante Unità forestali, ambientali e agroalimentari Carabinieri.
Il  colonnello Vita è nato a Satriano di Lucania (Potenza): è laureato in ingegneria civile e in giurisprudenza nell’Università “Federico secondo” di Napoli ed è stato “coautore della versione italiana del corso interattivo del Segretario generale Cites sulle disposizioni della Convenzione di Washington”.
Ha svolto la sua carriera nel Corpo forestale dello Stato: poi, “con l’assorbimento del Corpo nell’Arma dei Carabinieri, dal 2017 è comandante del Gruppo Carabinieri Forestale di Potenza”.
colonnello Vita

domenica 22 aprile 2018

LA PIANISTA GIAPPONESE YAMANAKA IL 24/04 A POTENZA

"Un nuovo appuntamento con il grande jazz si terrà il prossimo martedì 24 aprile all’Auditorium del Conservatorio di musica “Gesualdo da Venosa” di Potenza alle 20,30. Protagonista del palco potentino sarà la pianista giapponese Chihiro Yamanaka e il suo Electric Female Trio, un concerto esclusivo organizzato da Marajazz in collaborazione con il Jazz club Potenza del Circolo culturale Gocce d’Autore. Considerata tra le pianiste più importanti e geniali del ventunesimo secolo dal New York Times e uno dei talenti jazz più grandi da decenni da Jazz Life magazine, l’artista porterà in scena il suo progetto live The Spheres.

L’acclamata pianista giapponese, tra le più importanti della scena jazz contemporanea con quindici dischi all’attivo su Verve Records ed ora anche con Blue Note Records, è impegnata in tour europeo che l’ha condotta a Londra, Parigi, Milano, Perugia, Roma e ora nel capoluogo lucano. Pianista straordinaria dal profondo senso della melodia e dalla tecnica impeccabile, capace di essere sorprendentemente delicata e incredibilmente vigorosa, Yamanaka si esibirà nel suo Electric Female Trio. Il pianoforte sarà dunque affiancato da una potente sezione ritmica tutta al femminile e dall'anima internazionale: l'italiana Ilaria Capalbo al basso elettrico e contrabbasso e l'israeliana Karen Teperberg alla batteria. Un trio pronto a sorprendere il pubblico con un concerto dinamico e intenso al tempo stesso, che disegna un percorso musicale originale e coinvolgente.

La pianista di adozione newyorkese, nata a Fukushima ed cresciuta a Tokyo, ha cominciato lo studio del pianoforte all’età di soli quattro anni. Terminati gli studi presso la Royal Academy of Music in Inghilterra, si trasferisce negli Stati Uniti, dove consegue il diploma presso il Berklee College of Music di Boston dove attualmente insegna e vince il Down Beat’s Outstanding Performance Award. Vanta una serie di collaborazioni con i musicisti di maggior rilievo della scena jazz contemporanea. Si esibisce in solo, in trio e con orchestra nei jazz festival e nelle venue più importanti del mondo: dall'Umbria Jazz Festival, dove nel 2011 ha aperto il concerto di Herbie Hancock/Shorter/Miller, al Lincoln Center di New York e al leggendario Ronnie Scott's a Londra, dove ha registrato sold out a ogni data
".

venerdì 30 marzo 2018

Dal 20 al 22 Aprile, il progetto “STAY II” a Grassano(MT), tra giovani lucani e decisori politici


Se sei in giovane resistente, che ha deciso di investire le sue forze in Basilicata o sei nel grande dubbio di restare o andare via, allora non puoi non partecipare al progetto “Stay II”.E’ la domanda che gli organizzatori di questo progetto pongono ai giovani lucani per invogliargli a partecipare a Grassano, nel materano, dal 20 al 22 Aprile 2018, per un incontro tra i giovani cittadini di Basilicata e i decisori politici della Regione, per mettere sul tavolo diverse, importanti e delicate tematiche. L’idea di “Stay II” voluta dall’Associazione B-Link, nasce dalla volontà di attivare percorsi di dialogo con i giovani per promuovere la partecipazione attiva dei ragazzi, il loro coinvolgimento alla vita politica e stimolare processi di condivisione, ma dall’altra parte sollecitare i decisori politici ad attivare procedure di ascolto delle istanze giovanili e a mettere in campo politiche attive per promuovere l’impegno e la partecipazione, favorire l’occupabilità e gestire i processi migratori.L’incontro a Grassano, dove B-Link riceve l’aiuto dell’Associazione Vox-Populi, prevede la partecipazione di 30 giovani e 10 decisori politici e due animatori di Basilicata Link, per un totale di 42 partecipanti, con una prima fase di lavoro e progettazione di diverse proposte ,cui successivamente i partecipanti devono portare nelle loro comunità per mettere in pratica quanto fuoriuscito dalle sessioni di lavoro a Grassano e poi rincontrarsi e valutare i risultati raggiunti. C’è quindi una grande voglia di mettersi in gioco per i giovani lucani, cui sentono la responsabilità di avere la propria vita e le sori della Regione nelle proprie mani. Stay II, è forse però un primo banco di prova sia di un nuovo sistema di co-progettazione di giovani residenti in luoghi diversi e sopratutto una fase di rodaggio in vista della prossima estate dove dovrebbe concretizzarsi un appuntamento che guardi,senza confini per numero di partecipanti, a tutta la Regione Basilicata.

giovedì 29 marzo 2018

AUGURI DI PASQUA 2018 BY LITTLE GARDEN NATURALE


PASQUA 2018







"L'ulivo è il simbolo della pace, non dura un solo giorno ma regna infinitamente tutti gli anni anche nelle vostre case, un Buona Pasqua 2018
a tutte le persone del mondo con una pace universale senza limiti e con piena di gioia e felicità per voi.
Autore: Sonny

LITTLE GARDEN NATURALE