Visualizzazioni totali

domenica 17 gennaio 2016

Strade ghiacciate a San fele



GIUSTINO DONOFRIO HA SCRITTO:
"San Fele avvolto in una morsa di ghiaccio. La bretella di collegamento con la sp 219 totalmente ghiacciata. La sp 381 un unico pezzo di ghiaccio, alle 6,00 il paese è raggiungibile solo a rischio della propria vita. Non è passato alcun mezzo spargisale. Il trattore comunale chiuso in garage, i mezzi della provincia fermi. Che desolazione, che fallimento! E il popolo? Chi dormiente e chi, dedito alla pastorizia, soavemente sonnecchia!"

18 commenti:

  1. Francesca Nigro Il sindaco deve si vede solo quando è a fine mese e quando ci servono i voti

    RispondiElimina
  2. Adriano Fasanella Assolutamente falso, le strade erano libere ed i servizi hanno funzionato alla perfezione.

    RispondiElimina
  3. Pietro Masi Giusto come dice Adriano le strade erano è sono tutte pulite vuol dire che i servizi hanno funzionato bene

    RispondiElimina
  4. Vincenzo Montano Caro Pierino domenica mattina alle 5e30 non ti ho visto in giro prima di parlare documentati

    RispondiElimina
  5. Sabrina Colangelo Il popolo deve svegliarsi, non si puo rischiare la vita perchè il sindaco non prende provvedimenti, a chi non piace dormire? Giustamente, ma qua è arrivata l'ora di svegliarsi e di sbrigarsi. La strada è tutt'ora ghiacciata. È questo è il bel paese di cui voi parlate? Sveglia ragazzi sveglia

    RispondiElimina
  6. Lucia Del Monte E si che le strade sono pulite ....non c'è neve. ....è il ghiaccio ragazziiiii ....si parla di ghiacciooo. ....il problema si risolve con il sale. ...evidentemente questo manca. ....

    RispondiElimina
  7. Leonardo Donofrio scusa dove manca il sale.

    RispondiElimina
  8. Lucia Del Monte D'appertutto. ....poi ognuno lo mette dove vuole. ....

    RispondiElimina
  9. Lucia Del Monte O non lo mette proprio. ....

    RispondiElimina
  10. Vincenzo Montano Dopo aver risposto all'assessore Fasanella e cittadino Masi veniamo a noi. Domenica mattina verso le 5e30 uscendo x recarmi al lavoro(Potenza)ho trovato il fondo stradale (ho quello che resta del fondo)che era una lastra di ghiaccio è stato un problema arrivare a San Vito,dove ho trovato 2 mezzi spartineve-spargisale fermi,chissà forse volevano essere ispirati a svolgere il proprio lavoro pagato profumatamente(con i soldi dei cittadini). È certa gente prima di parlare dovrebbe verificare il disagio(ancora una volta)che ha vissuto la cittadinanza.

    RispondiElimina
  11. Adriano Fasanella Caro Vincenzo io non faccio parte dell'amministrazione comunale, posso semplicemente affermare che come quasi ogni mattina mi alzo alle quattro e un quarto e scendo a lavorare e per quanto mi riguarda la strada era transitabile, inoltre tengo a precisare che la mia macchina monta gomme termiche e come tutti gli anni per oltre 23, non ho mai avuto problemi a raggiungere il mio posto di lavoro anche in condizioni peggiori, se per un po di nevischio vogliamo fare polemiche, questo è un'altro discorso.

    RispondiElimina
  12. Sabrina Colangelo Non è per fare polemiche, ma anche il pullman si fermava direttamente a san vito, perchè non si poteva camminare fino alla pergola. Semplicemente questo.. e ripeto non è per fare polemica, ma cercare per lo meno di risolvere quello che è successo.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  13. Vincenzo Montano Caro Adriano innanzitutto mi scuso x averti chiamato assessore ma come tu ben sai io non faccio politica.Non metto in dubbio che tu non hai avuto problemi ad accedere al tuo posto di lavoro(ma che ti assicuro ho avvuto io).Ma come risulta a tutti noi abitiamo in 2 quartieri opposti dove a separarci c'è un'enorme montagna con un'unica strada (passo)che quando nevica provoca molti disagi tra cui quello del transito.Mi scuso di nuovo ma come cittadino mi sentivo obbligato a fare la mia giusta testimonianza.

    RispondiElimina
  14. Vincenzo Montano Volevo altresì commentare che se un po`di nevischio ha provocato non pochi disagi,figuriamoci se fa la neve di qualche anno fa,significherebbe rimanere isolati x lungo tempo,visto che x accedere alla civilizzazione è l'unica strada.

    RispondiElimina
  15. Pietro Masi Se fossi in voi mi preoccuperei di ben altro è c'è da preoccuparsi di altro ma molto più importante che di questo centimetro di neve e ghiaccio dico questo perché io mi reco come tutte le mattine anche domenica mattina sono arrivato nella mia campagna non alle ore cinque ma qualche ora dopo e ci sono arrivato quasi senza problemi mi riferisco al concittadino VincenzoMontano questo ti dico che sono documentato ripeto c'è altro da preoccuparsi

    RispondiElimina
  16. Leonardo Donofrio [...preoccuperei di ben altro è c'è da preoccuparsi di altro] ad esempio«la gestione dei tributi locali carente da diversi punti di vista in particolare cartelle aggressive e poco trasparenti che evidenziano situazioni di “opacità” tecnico-catastale.»

    RispondiElimina
  17. Vincenzo Montano Caro concittadino Masi noi (io e te)percorriamo strade diverse con altrettanti orari diversi,perciò preoccupiamoci di testimoniare ognuno le proprie esperienze. P.S.scusa non ho capito il commento qualche ora più tardi quasi senza problemi.Ripeto abbiamo orari è percorsi diversi,le altre preoccupazioni le lascio agli amministratori l'importante che si documentino.Ti auguro un buon San Sebastiano

    RispondiElimina
  18. Ilario Ferrara Il servizio neve del comune di San Fele fa invidia a tutti gli altri comuni limitrofi, chi parla per critica e non per disagio, dovrebbe prima documentarsi. C'è sale sulle strade abbastanza per fare salamoia a tonnellate di olive. La critica se costruttiva fa sempre bene, ma se deve servire per affrontare svariati altri vaghi motivi, penso diventi distruttiva.

    RispondiElimina